Contratto Lavoro

Contratto Commercio 2015 – Come cambiano i livelli per le aziende ICT

Con il rinnovo 2015-2017 del CCNL del Commercio è stato introdotto un nuovo sistema di classificazione del personale per tutti i lavoratori dell’Information and communication technology (ICT) e più in generale per le aziende che applicano questo contratto e operano nella new economy (web, pubblicità, ecc.).

Sul blog abbiamo già affrontato il dettaglio dei livelli per il terziario, ma l’articolo 100bis introdotto dal rinnovo del 30 marzo 2015 scende più nello specifico per quanto riguarda gli inquadramenti per tutta questa nuova schiera di lavoratori “digitali”.

Sotto vengono divisi i livelli minimi di inquadramento per le qualifiche più diffuse in quest’ambito:

  • I livello: chief information officer (CIO)
  • II livello: account manager, business analyst, service manager, enterprise architect 
  • III livello: business information manager, database manager, ICT consultant, ICT operation manager, ICT security manager, project manager, quality assurance manager, system architect, technical analyst
  • IV livello: developer, digital media specialist, ICT security specialist, ICT trainer, network specialist, service desk agent, system administrator, system analyst, technical specialist, test specialist, 

Il sistema di riferimento sul quale si è basato l’individuazione delle qualifiche è l’e-Competence Framework, utilizzato a livello europeo.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

14 Replies to “Contratto Commercio 2015 – Come cambiano i livelli per le aziende ICT”

  1. Anonimo says: Maggio 29, 2015 at 12:13 pm

    Ma stiamo parlando dei livelli impiegatizi? O hanno aggiunto i livelli per i Quadri? Mi sembra strano che un CIO possa essere un impiegato…

  2. arianna says: Maggio 29, 2015 at 4:14 pm

    @anonimo 29 maggio: parliamo di livelli minimi, a cui non si dovrebbe andare sotto. certo per alcune mansioni sono bassi come hai constatato anche tu!

  3. Anonimo says: Dicembre 3, 2015 at 9:28 am

    Con questi livelli nel 2001 ero livello 1, poi oggi rientrando nel contratto commercio divento livello 3… mi sembra assurdo.
    Inoltre i minimi sono ridicoli…invece di progredire torniamo indietro di 15 anni.
    Nel rinnonvo del contratto hanno evidenziato il punto "Classificazione del personale nelle aziende ICT: sono stati finalmente specificati i livelli minimi di inquadramento per tutti i lavoratori che operano nelle aziende ICT e più in generale nella new economy" come un vantaggio… mah non lo capisco.
    Grazie x qualsiasi comment.

    1. Mario says: Maggio 20, 2016 at 2:23 pm

      Ciao,

      bisogna vedere qual era l'ordine del tuo ccnl precedente. In alcuni casi, il livello 1 è il più basso in assoluto.

    2. Anonimo says: Maggio 11, 2017 at 8:30 pm

      Stesso ordine e stesso contratto ccnl…solo che adesso è x ict e quindi mi fregano con le retribuzioni.
      Cambiato lavoro x fallimento società e x di più mi becco sta sola.
      Va beh sempre meglio che non lavorare…
      Non capisco comunque i vantaggi…soprattutto x chi era già nel settore

  4. Anonimo says: Dicembre 10, 2015 at 8:30 am

    ma scusate ma un quarto livello per uno sviluppatore (detto anche programmatore), mi sembra uno scandalo. ci si bruciano gli occhi e il cervello per 1200 euro al mese?

  5. Anonimo says: Febbraio 1, 2016 at 4:52 pm

    Developer 4° livello come l'aiuto vetrinista. Stupendo.

  6. Anonimo says: Aprile 12, 2016 at 10:44 am

    io sono stata assunta a tempo indeterminato il 2013 e mi hanno inquadrata ad un livello ancora più basso il 5°. Ho chiesto di passare al mio livello che sarebbe il 3 livello (io sono un consulente ict) e mi hanno detto che questa legge vale per solo i nuovi assunti. E' vero? o è possibile appellarsi?

    1. Mario says: Maggio 20, 2016 at 2:17 pm

      Ciao,

      precisiamo che non è una legge, è un contratto collettivo di lavoro. Se dimostri che le mansioni svolte rientrano in categorie superiori (quarto, terzo livello, ecc.) puoi fare una richiesta formale al datore di lavoro di un passaggio di livello. In caso negativo, bisogna ricorrere tramite il sindacato con una vertenza sindacale oppure legale.

    2. arianna says: Maggio 20, 2016 at 3:43 pm

      Corretto ma prova prima a far riconoscere le tue mansioni superiori dal datore di lavoro prima di agire legalmente.

    3. Anonimo says: Giugno 26, 2017 at 4:58 pm

      ho provato più volte ma mi hanno respinto ogni passaggio sia di livello che contributivo. Una vergogna. Tra l'altro mi hanno anche spalmato la 13* e 14* che sono una miseria nella busta paga, di conseguenza non vedo a fine anno quella mensilità in più che poteva essere utile. Analista programmatore pagata come un aiuto commesso. Che schifo!

  7. mytom says: Ottobre 25, 2016 at 11:14 am

    Salve, sono assunto in un'azienda del settore turistico/alberghiero/sportivo come impiegato amministrativo di II livello, in quanto fino a qualche tempo fa mi occupavo anche di amministrazione e contabilità. Da qualche anno (più o meno 5), svolgo invece al 100% le mansioni di "responsabile informatico" (come solitamente vengo definito dai dirigenti, o IT manager), e per il tipo di lavoro da me svolto la mia figura è associabile a quella di enterprise architect. Posso chiedere il cambio di qualifica senza subire penalizzazioni? A livello di retribuzione ci sarebbero dei cambiamenti, o si tratta soltanto di "correggere" un'anomalia burocratica?

    1. arianna says: Ottobre 25, 2016 at 3:49 pm

      @anonimo 25 ottobre: a mio avviso è solo un'anomalia da correggere.

    2. mytom says: Ottobre 25, 2016 at 4:02 pm

      La ringrazio, provvederò a farla correggere.
      Grazie.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*