Contratto Lavoro

Congedo parentale del padre – Come funziona [AGGIORNATO]

Come funziona il congedo del padre per la paternità

La Riforma del Lavoro ho introdotto una novità importante nell’ambito della paternità, cioè il congedo parentale obbligatorio e facoltativo in caso di nascita figlio e il voucher maternità che contiene le agevolazioni per le madri lavoratrici.

A partire dalle nascite avvenute dal 1 gennaio 2013, i padri possono richiedere la fruizione di 1 giorno di congedo obbligatorio e 2 giorni di congedo facoltativo. Il congedo obbligatorio potrà essere fruito da papà anche durante il congedo della madre lavoratrice.

Invece per usufruire dei 2 giorni di congedo parentale facoltativo, la madre anticipare il rientro dal congedo post partum pari al numero di giorni fruiti dal padre (1 o 2). Nonostante questo però, il congedo facoltativo potrà essere fruito contemporaneamente all’astensione obbligatoria della madre.

Il padre dovrà utilizzare i giorni di congedo obbligatorio o facoltativo entro il 5° mese di vita del figlio. Per tutti i giorni di congedo, il padre ha diritto al 100% della propria retribuzione a carico dell’Inps.

La richiesta del congedo parentale del padre deve avvenire in forma scritta all’azienda almeno 15 giorni prima della fruizione. Nel caso di congedo facoltativo, il padre deve allegare una nota scritta della madre che dichiara di non usufruire del congedo di maternità per un numero di giorni pari al congedo facoltativo del padre.

Tra le novità da segnalare per la tutela della paternità, c’è la sentenza del Consiglio di Stato (n. 4618 del 10/09/2014) che ha stabilito che in caso di madre casalinga, il padre abbia diritto ai permessi per allattamento.

[Aggiornamento del 01/02/2018] E’ stata pubblicata una breve guida degli interventi di sostegno al reddito delle famiglie.


[Aggiornamento del 11/01/2018] Per il 2018 i giorni di congedo obbligatorio dei padri passa da 2 a 4 giorni. Questi possono anche essere utilizzati in modo non continuativo.


[Aggiornamento del 19/04/2017] Per il 2017 l’Inps ha comunicato che sono stati tolti i due giorni di congedo facoltativo del padre.


[Aggiornamento del 14/11/2016] Arriva l’emendamento che porta da 2 a 5 i giorni di congedo obbligatorio del padre.


[Aggiornamento del 07/01/2016] Con la nuova legge di Stabilità dal 1 gennaio 2016 i padri devono, entro cinque mesi dalla nascita del figlio, prendere due giorni anche non continuativi di congedo obbligatorio indennizzati dall’Inps al 100% della retribuzione.
Altri due giorni, sempre per i padri, potranno essere chiesti ma in questo caso sono facoltativi e quindi verranno tolti da quelli che spettano alla madre.


[Aggiornamento del 09/11/2015] In discussione nella Legge di Stabilità 2016 c’è un’importante norma che prevede l’estensione a 15 giorni di congedo obbligatorio per i padri.


[Aggiornamento del 02/03/2015] Con l’attuazione delle nuove disposizioni sulla maternità nel Jobs Act le norme su congedo obbligatorio e facoltativo sono ora più flessibili e prevedono anche un allungamento dei tempi di fruizione.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

18 Replies to “Congedo parentale del padre – Come funziona [AGGIORNATO]”

  1. Anonimo says: Gennaio 21, 2013 at 7:28 pm

    sarebbe bello capirci qualcosa…..e se la madre non lavora? non solo, se uno volesse prenderli subito alla nascita? oppure questi sono in più a quelli che spettano alla nascita? per favore almeno voi se potete chiarite questa legge assurda degna di quei gran professoroni che l'hanno partorita

  2. Fabio says: Gennaio 22, 2013 at 9:47 am

    @anonimo 21 gennaio: il giorno di congedo è quello della nascita e se la madre non lavora puoi prenderli tu!

  3. leonardo says: Gennaio 24, 2013 at 10:08 pm

    ciao, intanto grazie per la risposta…un solo ulteriore chiarimento se possibile, visto che mio figlio dovrebbe nascere a giorni e vorrei aver capito bene: se, visto che la madre non lavora al momento, i 3 giorni li posso prendere subito alla nascita io, come è possibile che debba concordare per iscritto i 2 facoltativi (su 3) 15 giorni prima (visto che non posso sapere quando nascerà)?

  4. Fabio says: Gennaio 25, 2013 at 9:04 am

    @leonardo: è solo una formalità la richiesta per iscritto. chiedi al datore di lavoro ma non dovrebbero esserci problemi.

  5. ENRICO says: Marzo 23, 2013 at 2:19 pm

    Ciao, grazie per il servizio unico e insostituibile che offrite …
    Il giorno di congedo obbligatorio DEVE essere per forza quello del parto?
    La mia bimba nascerà di sabato con parto programmato quindi avevo pensato di usufruire del congedo obbligatorio il lunedì successivo e dei 2 giorni di congedo facoltativo il martedì e il mercoledì (mia moglie non lavora).
    Posso fare così? Sono assunto però a tempo determinato.
    Grazie

  6. arianna says: Marzo 24, 2013 at 9:45 am

    @enrico: non è obbligatoriamente quello del parto.

  7. ENRICO says: Marzo 27, 2013 at 10:37 am

    Ciao, grazie per l'informazione che mi hai dato, ma non e' in contraddizione con quanto Fabio ha risposto ad anonimo il 22 gennaio? ("il giorno di congedo è quello della nascita")

    Inoltre per quanto riguarda i due giorni facoltativi, nella comunicazione scritta all'azienda 15 giorni prima, devo in qualche modo "certificare" che mia moglie non lavora?

    Ciao grazie

  8. arianna says: Marzo 27, 2013 at 10:52 am

    @enrico: non devi certificare che tua moglie non lavora, ci pensa l'inps.
    mi sono sbagliato, come leggi nel post puoi anche prenderlo successivamente alla nascita.

  9. Anonimo says: Aprile 3, 2013 at 12:54 pm

    Ciao, volevo un chiarimento: questa riforma nell'ambito della paternità vale per tutti i tipi di contratto? Io ho il contratto del commercio con assunzione a tempo DETERMINATO.
    Grazie

  10. arianna says: Aprile 3, 2013 at 12:56 pm

    @anonimo 3 aprile: certo, vale per tutti.

  11. Anonimo says: Luglio 3, 2013 at 4:49 pm

    Ciao volevo solo una info: posso chiedere il giorno di paternità obbligatoria e i due giorni di facoltativa attaccate alle ferie?? Ciao e grazie

  12. arianna says: Luglio 3, 2013 at 6:19 pm

    @anonimo 3 luglio: si.

  13. Simone says: Luglio 16, 2013 at 6:57 pm

    Ciao e grazie per la risposta. Mia moglie é libero professionista mentre io dipendente nel commercio. Lei probabilmente e se tutto vabene rientrerebbe al lavoro quanto prima, anche se non terminati i tre mesi di maternità. A tal proposito mi chiedevo se potevo io usufruire del congedo di paternità per il periodo non utilizzato da mia moglie.

  14. arianna says: Luglio 16, 2013 at 7:03 pm

    @simone: si puoi.

  15. Unknown says: Settembre 11, 2013 at 8:28 pm

    Lavoro sulle ambulanze .ogni venerdì vengono fatti i turni.ho una bimba di 4 anni Come faccio a domandare il permesso ovviamente non retribuito se richiedono 15 giorni prima la domanda?

  16. arianna says: Settembre 12, 2013 at 7:46 am

    @luca: puoi richiederlo quando ti comunicano i turni.

  17. Anonimo says: Agosto 28, 2014 at 4:26 pm

    Salve,
    Volevo sapere se per le visite mediche della bambina mi spetta il giorno libero per accompagnarla.
    Ad esempio giorno 9 settembre devo accompagnare mia figlia a fare una visita all'udito, mia moglie è già in maternità tocca anche a me il giorno oppure devo prendere le ferie?

  18. arianna says: Agosto 28, 2014 at 6:54 pm

    @anonimo 28 agosto: devi prendere un giorno di ferie.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*