Contratto Lavoro

Dal 4 maggio 2017 al via le domande del Bonus mamma

Bonus mamma: premio 800 euro

L’Inps ha comunicato che dal 4 maggio 2017 sul sito dell’istituto di previdenza è possibile presentare le domande per il Bonus mamma di 800 euro.

Le richieste possono essere fatte solo online e sono valide per la nascita o l’adozione di un minore. E’ direttamente l’Inps che provvederà al pagamento dell’importo totale del premio. 
Durante la procedura di presentazione della domanda del Bonus mamma è necessario specificare l’evento:
  • compimento del 7° mese di gravidanza (cioè l’inizio dell’8° mese)
    • per accertare lo stato di gravidanza si deve:
      • presentare il certificato medico in originale o copia autentica presso lo sportello Inps o inviato tramite raccomandata
      • indicare il numero di protocollo telematico del certificato rilasciato dal medico del Servizio sanitario nazionale (funzionalità ancora non disponibile)
      • indicare che il certificato è già stato inviato all’istituto
      • per le madri non lavoratrici è possibile indicare il numero identificativo di 15 cifre delle prescrizione medica con il codice esenzione 
      • certificare l’eventuale interruzione di gravidanza dopo il 7° mese (per cui si ha diritto comunque al premio)
  • nascita (anche se antecedente all’inizio dell’8° mese)
    • per accertare la nascita si deve:
      • autocertificare il codice fiscale del bambino
  • adozione del minore
  • affidamento preadottivo
La domanda può essere effettuata sul sito Inps (Servizi on line > servizi per il cittadino > autenticazione con il PIN dispositivo > domanda di prestazioni a sostegno del reddito > premio alla nascita), da Contact Center (803.164) o dagli Enti di patronato.
Il premio di 800 euro per la nascita può essere richiesto solo per gli eventi sopra elencati a partire dal 1 gennaio 2017. C’è un anno di tempo dalla nascita per poter presentare la domanda per il Bonus mamma e si può richiedere l’intero importo per ogni figlio nato/adottato (es. per parti o adozioni plurimi).
Per ogni approfondimento si può consultare la circolare Inps n.78 del 28 aprile 2017.
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*