Contratto Lavoro

Come funziona il libretto di famiglia per colf e badanti

Libretto di famiglia

Dopo l’addio ai voucher è in arrivo per le famiglie un libretto telematico prefinanziato che può essere utilizzato per pagare colf, badanti, baby sitter e più in generale per l’assistenza domiciliare.

La nuova disciplina prevede un libretto che potrà essere utilizzato da tutte le famiglie senza nessuna esclusione tra i lavoratori che possono riceverlo. I limiti sono nelle attività ammesse:

  • Lavori domestici (es. colf, giardiniere)
  • Assistenza domiciliare (es. badanti)
  • Lezioni private (es. insegnanti per ripetizioni)
Per ottenere il libretto di famiglia ci si deve recare presso un ufficio postale ma è inoltre obbligatorio registrarsi sul sito dell’Inps e il pagamento deve avvenire online tramite F24. 
Le regole relative ai pagamenti sono abbastanza semplici: il datore di lavoro (cioè la famiglia che usufruisce del servizio) deve comunicare la prestazione lavorativa entro il 3 del mese successivo. In questo modo entro il 15, sempre del mese successivo, l’Inps procederà all’accredito del compenso sul conto corrente o tramite bonifico domiciliato. 

Il compenso legato al libretto telematico ha un valore nominale di 10 euro per prestazione equivalenti ad 1 ora di lavoro. A carico delle famiglie, oltre alla retribuzione, ci sono i contributi per la gestione separata Inps (1,65 euro), l’Inail (0,25 euro) e gli oneri gestionali (0,10 euro). Il valore lordo totale del libretto di famiglia è di 12 euro.

Veniamo ora ai limiti delle nuove regole legate al lavoro occasionale:

  • Ore lavorative
    • Giornalmente non è possibile superare il limite delle 4 ore consecutive 
    • Annualmente non è possibile superare il limite delle 280 ore
  • Compensi
    • Il limite annuo è per tutti di 5.000 euro che scende a 2.500 euro nel caso le prestazioni del libretto telematico siano destinate ad un unico utilizzatore
[Aggiornamento del 10/07/2017] Dal 10 luglio entra ufficialmente in vigore il libretto di famiglia. 
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">html</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*