Contratto Lavoro

Contratto Operai Agricoli e Florovivaisti

A sei mesi dalla scadenza viene rinnovato il Contratto degli degli Operai Agricoli e Florovivaisti per il quadriennio 2018-2021.

Il nuovo CCNL è stato siglato il 19 giugno 2018 da delle associazioni datoriali Confagricoltura, Coldiretti, Cia e i sindacati Fai-Cisl, Uila-Uil, Flai-Cgil. L’accordo coinvolge circa 1 milione di lavoratori ed valido dal 1 gennaio 2018 al 31 dicembre 2021.

Tra le novità da segnalare nel testo del rinnovo:

  • Aumenti dei minimi retributivi: sono previsti degli incrementi retributivi percentuali in due tranche:
    • Dal 1 luglio 2018: + 1,7% (percentuale maggiorata a copertura della vacanza contrattuale dal precedente rinnovo)
    • Dal 1 aprile 2019: + 1,2%
  • Minimi salariali: nel testo del CCNL sono indicati i minimi suddivisi per aree professionali:
    • Area 1: 1.286,25 euro
    • Area 2: 1.173,06 euro
    • Area 3: 874,65 euro
  • Orario di lavoro: nulla cambia rispetto al precedente rinnovo in materia di orario (39 ore settimanali, pari a 6,30 ore giornaliere)
  • Welfare: attraverso l’Ente Bilaterale Agricolo Nazionale sono previste alcune prestazioni di welfare
    • Indennità per gli operai licenziati
    • Assegno di solidarietà
    • Indennità per le donne vittime di violenza
Contratto impiegati e quadri agricoli

E’ stato sottoscritto il 23 febbraio 2017 il rinnovo del Contratto per i Quadri e Impiegati Agricoli per gli anni 2016-2019.

Il nuovo CCNL è stato firmato da Confederdia, Fai Cisl, Flai Cgil, Uila Uil e le associazioni datoriali Confagricoltura, Coldiretti e Cia. Il rinnovo è valido dal 1 gennaio 2016 fino al 31 dicembre 2019 per gli oltre 20mila lavoratori delle aziende agricole in Italia che, è da ricordare, hanno il Contratto degli Operai Agricoli in scadenza al 31 dicembre 2017.

Tra le novità da segnalare ci sono:

  • Aumento dei minimi retributivi: il rinnovo prevede un incremento del 2,5% degli stipendi a partire dal 1 gennaio 2017. Per tutti i livelli i nuovi minimi nazionali a partire dal 1 marzo 2017 sono:
    • Quadro: 1.555,79 euro
    • I livello: 1.467,39 euro
    • II livello: 1.340,94 euro
    • III livello: 1.233,49 euro
    • IV livello: 1.162,19 euro
    • V livello: 1.112,31 euro
    • VI livello: 1.058, 92 euro
  • Quadri: è stato definito un livello retributivo e disciplinata la figura dei quadri e la relativa indennità di funzione (art. 18)
  • Sanità integrativa: a partire dal 1 gennaio 2017 il contributo del datore di lavoro per l’iscrizione al Fondo Sanitario Impiegati Agricoli (FIA Sanitario) è incrementato fino a 470 euro l’anno
  • Produttività: sono state condivise le linee guida per le erogazioni di secondo livello legate alla produttività, le uniche per cui può essere richiesta la detassazione

Scarica il testo del rinnovo 2016-2019 del Contratto per i Quadri e Impiegati Agricoli.

E’ stato firmato il 22 ottobre il rinnovo 2014-2017 per il Contratto degli Operai Agricoli e Florovivaisti.

L’accordo, sottoscritto da Confagricoltura, Coldiretti e Cia e dai sindacati Fai, Flai e Uila è il più importante del settore poiché occupa oltre 1 milione di lavoratori in 200mila imprese.

Nonostante la crisi che ha bloccato più di un rinnovo contrattuale nel corso di quest’anno, ma anche degli anni passati, il settore agricolo si è distinto per la sua dinamicità, legata soprattutto all’incremento delle assunzioni nel corso del 2014: un dato molto rilevante visto l’attuale tasso di disoccupazione.

Tra le novità da segnalare ci sono:

  • Aumento retributivo diviso in due tranches del 3,9%:
    • 2,1% dal 1 novembre 2014
    • 1,8% dal 1 maggio 2015
      • es. per una retribuzione di 1.200 euro, l’aumento totale sarà di circa 45 euro
    • sono inoltre state definite delle linee guida per permettano di erogare dei premi in caso di aumento della produttività o dell’efficienza
  • Orario di lavoro:
    • è stato introdotto nel rinnovo l’orario di lavoro modulare, cioè la possibilità di “modulare” quante ore si dovrà restare al lavoro su base settimanale, mensile e annuale. In questo modo potranno essere meglio gestiti i picchi di lavoro tipici del settore agricolo.
    • le ore di flessibilità gratuita salgono da un massimo di 75 a 85, quelli di straordinario da 250 a 300 (18 ore settimanali; 3 giornaliere)
  • Molto importante anche l’introduzione del congedo parentale del padre e l’aspettativa per i lavoratori con patologie oncologiche
Scarica il testo del rinnovo 2014-2017 del Contratto Operai Agricoli e Florovivaisti

[Aggiornamento del 05/07/2018] E’ stato pubblicato il rinnovo 2018-2021 del CCNL degli Operai Agricoli.


[Aggiornamento del 18/05/2017] E’ stato rinnovato il CCNL per gli Impiegati e Quadri Agricoli per gli anni 2016-2019.

La disoccupazione agricola spetta ai lavoratori che prestano la propria attività nell’agricoltura.

I requisiti per avere la disoccupazione agricola sono:

  • essere iscritti negli elenchi dei nominativi agricoli
  • almeno due anni di anzianità assicurativa contro la disoccupazione
  • almeno 102 contributi giornalieri nel biennio (anno in cui si chiede la disoccupazione e l’anno precedente)
Novità! Dal 1 gennaio 2013 arriva l’indennità di disoccupazione ASpI che andrà a sostituire la disoccupazione agricola. Sul blog trovate tutti i dettagli su requisiti, importo e durata.

Da segnalare che i requisiti riportati sopra sono per la disoccupazione agricola ordinaria. Diversi invece i requisiti per la disoccupazione agricola con requisiti ridotti.

L’indennità che viene versata è uguale al numero di giornate lavorate (per una massimo di 365 giorni). La quota è del 40% dello stipendio percepito nel periodo per il quale si richiede la disoccupazione agricola. Da questo importo poi deve essere detratto il 9% (per massimo 150 giorni). Il calcolo dell’indennità, come appena riportato, è valido sia per l’ordinaria che per quella con requisiti ridotti.

Per informazioni leggi il contratto dell’agricoltura e il rinnovo 2014-2017 del Contratto degli Operai Agricoli e Florovivaisti.

 

[Aggiornamento del 17/11/2021] Dal 1 gennaio 2022 cambiano i requisiti e gli importi della Naspi, Dis-coll e disoccupazione agricola.

Il contratto di lavoro dell’Agricoltura, relativo agli operai agricoli, è stato stipulato nel 2008 e scade il 31 dicembre 2012.

Scarica il Contratto Nazionale di Lavoro dell’Agricoltura.

Leggi tutte le informazioni sulla disoccupazione agricola e sul rinnovo 2018-2021 del Contratto degli Operai Agricoli e Florovivaisti.

[Aggiornamento del 18/05/2017] E’ stato rinnovato il CCNL per gli Impiegati e Quadri Agricoli per gli anni 2016-2019.