Contratto Lavoro

Aumenti Unionmeccanica Confapi PMI

Dal 1 giugno 2018 scatta la seconda tranche di aumenti prevista dal rinnovo 2017-2020 del CCNL Unionmeccanica Confapi PMI.

Per questa seconda tranche gli incrementi retributivi sono stati determinati dell’indice dei prezzi al consumo Istat (IPCA).

Aumenti retributivi mensili lordi dal 1 giugno 2018

  • 1° livello: 11,7876 euro
  • 2° livello: 13,0180 euro
  • 3° livello: 14,4440 euro
  • 4° livello: 15,0702 euro
  • 5° livello: 16,1431 euro
  • 6° livello: 17,3084 euro
  • 7° livello: 18,5690 euro
  • 8° livello: 20,1935 euro
  • 9° livello: 22,4572 euro


Minimi tabellari mensili lordi dal 1 giugno 2018

  • 1° livello: 1.321,53 euro
  • 2° livello: 1.459,47 euro
  • 3° livello: 1.619,33 euro
  • 4° livello: 1689,53 euro
  • 5° livello: 1.809,82 euro
  • 6° livello: 1.940,46 euro
  • 7° livello: 2.081,79 euro
  • 8° livello: 2.263,91 euro
  • 9° livello: 2.517,70 euro
Scarica il testo dell’accordo del 5 giugno 2018 con l’adeguamento dei minimi contrattuali.
CCNL PMI Uniontessile-Confap Aumenti 2017

Dal 1 aprile 2018 scatta la seconda tranche di aumenti previsti dal rinnovo 2016-2019 del CCNL PMI Uniontessile-Confapi.

Aumenti retributivi e minimi tabellari mensili lordi dal 1 aprile 2018 – Settore Tessile, abbigliamento, moda

  • 8° livello – 32,71 euro – 2.156,96 euro
  • 7° livello – 30,57 euro – 2.037,34 euro
  • 6° livello – 29,00 euro – 1.910,43 euro
  • 5° livello – 27,28 euro – 1.790,03 euro
  • 4° livello – 25,71 euro – 1.694,58 euro
  • 3° livello bis – 25,00 euro – 1.656,29 euro
  • 3° livello – 24,28 euro – 1.618,04 euro
  • 2° livello bis – 23,28 euro – 1.571,25 euro
  • 2° livello – 22,14 euro – 1.531,37 euro
  • 1° livello – 14,28 euro – 1.219,98 euro

Aumenti retributivi e minimi tabellari mensili lordi dal 1 aprile 2018 – Settore Calzature

  • 8° livello – 32,71 euro – 2.167,00 euro
  • 7° livello – 30,57 euro – 2.013,72 euro
  • 6° livello – 29,00 euro – 1.860,85 euro
  • 5° livello – 27,28 euro – 1.767,87 euro
  • 4° livello – 25,71 euro – 1.694,83 euro
  • 3° livello bis – 25,00 euro – 1.656,29 euro
  • 3° livello – 24,28 euro – 1.618,26 euro
  • 2° livello bis – 23,28 euro – 1.571,31 euro
  • 2° livello – 22,14 euro – 1.531,55 euro
  • 1° livello – 14,28 euro – 1.219,53 euro



Aumenti retributivi e minimi tabellari mensili lordi dal 1 aprile 2018 – Settore Pelli e cuoio

  • 6° livello – 32,37 euro – 2.058,03 euro
  • 5° livello – 30,05 euro – 1.865,48 euro
  • 4° livello bis – 27,74 euro – 1.743,82 euro
  • 4° livello – 25,86 euro – 1.695,22 euro
  • 3° livello – 25,00 euro – 1.627,46 euro
  • 2° livello – 23,12 euro – 1.541,28 euro
  • 1° livello – 14,45 euro – 1.220,28 euro



Aumenti retributivi e minimi tabellari mensili lordi dal 1 aprile 2018 – Settore Occhiali

  • 6° livello – 32,37 euro – 2.104,26 euro
  • 5° livello – 30,05 euro – 1.920,03 euro
  • 4° livello bis – 27,74 euro – 1.778,17 euro
  • 4° livello – 25,86 euro – 1.699,42 euro
  • 3° livello – 25,00 euro – 1.624,01 euro
  • 2° livello – 23,12 euro – 1.533,30 euro
  • 1° livello – 14,45 euro – 1.219,17 euro

Aumenti retributivi e minimi tabellari mensili lordi dal 1 aprile 2018 – Settore Giocattoli

  • 7° livello – 33,67 euro – 2.115,08 euro
  • 6° livello – 31,47 euro – 1.955,84 euro
  • 5° livello – 29,85 euro – 1.858,27 euro
  • 4° livello bis – 28,09 euro – 1.755,10 euro
  • 4° livello – 26,47 euro – 1.710,77 euro
  • 3° livello – 25,00 euro – 1.635,61 euro
  • 2° livello – 22,79 euro – 1.548,23 euro
  • 1° livello – 14,70 euro – 1.233,84 euro

Aumenti retributivi e minimi tabellari mensili lordi dal 1 aprile 2018 – Settore Penne, spazzole e pennelli

  • 8° livello – 33,67 euro – 2.116,98 euro
  • 7° livello – 31,47 euro – 1.938,29 euro
  • 6° livello – 29,85 euro – 1.840,58 euro
  • 5° livello – 28,09 euro – 1.749,02 euro
  • 4° livello – 26,47 euro – 1.692,63 euro
  • 3° livello – 25,00 euro – 1.611,69 euro
  • 2° livello – 22,79 euro – 1.522,67euro
  • 1° livello – 14,70 euro – 1.220,42 euro

unionmeccanica
Contratto Unionmeccanica Confapi PMI

Il 3 luglio 2017 è stato rinnovato per le piccole e medie imprese metalmeccaniche che fanno parte di Unionmeccanica Confapi il CCNL per il quadriennio 2017-2020.

L’accordo è stato raggiunto tra la Confederazione italiana della piccola e media industria privata (Confapi) e i sindacati Fiom-Cgil, Fim-Cisl, Uil-Uilm ed è valido per oltre 300mila lavoratori fino al 31 ottobre 2020.

Vediamo in dettaglio le novità del rinnovo Unionmeccanica Confapi:

  • Aumento dei minimi retributivi: sono previsti differenti tranche di aumenti:
    • 1 novembre 2017
    • 1 giugno 2018 (determinati in base all’indice dei prezzi al consumo Istat IPCA)
    • 1 giugno 2019: saranno determinati in base all’indice dei prezzi al consumo Istat IPCA
    • 1 giugno 2020: saranno determinati in base all’indice dei prezzi al consumo Istat IPCA
  • Una tantum: con la retribuzione di ottobre 2017 viene erogata un importo di una tantum di 80 euro lordi
  • Welfare: con il rinnovo del contratto è previsto anche un importo annuo per i flexible benefits legati al walfare contrattuale:
    • 150 euro dal 1 marzo 2018
    • 150 euro dal 1 gennaio 2019
    • 150 euro dal 1 gennaio 2020
  • Previdenza complementare: a fronte di un versamento da parte del dipendente di un minimo del 1,2%, l’azienda verserà al fondo Fondapi l’1,8%. La contribuzione delle imprese aumenterà fino al 2% dal 1 gennaio 2020
  • Assistenza sanitaria: tutte le aziende con accordi con l’Ente Bilaterale Metalmeccanici verseranno a partire dal 1 gennaio 2018 un contributo di 60 euro all’anno per l’assistenza sanitaria integrativa
  • Formazione: dal 1 novembre 2017 sono previste 24 ore triennali di formazione aziendale
 
 
[Aggiornamento del 26/05/2021]: è stato firmato il rinnovo 2021-2024 del CCNL Unionmeccanica Confapi PMI.
CCNL PMI Uniontessile-Confap Aumenti 2017

Dal 1 aprile 2017 scatta la prima tranche di aumenti previsti dal rinnovo 2016-2019 del CCNL PMI Uniontessile-Confapi.

Aumenti retributivi e minimi tabellari mensili lordi dal 1 aprile 2017 – Settore Tessile, abbigliamento, moda

  • 8° livello – 32,71 euro – 2.124,24 euro
  • 7° livello – 30,57 euro – 2.006,77 euro
  • 6° livello – 29,00 euro – 1.881,43 euro
  • 5° livello – 27,29 euro – 1.762,75 euro
  • 4° livello – 25,71 euro – 1.668,86 euro
  • 3° livello bis – 25,00 euro – 1.631,29 euro
  • 3° livello – 24,29 euro – 1.593,76 euro
  • 2° livello bis – 23,29 euro – 1.547,97 euro
  • 2° livello – 22,14 euro – 1.509,23 euro
  • 1° livello – 14,29 euro – 1.205,70 euro

Aumenti retributivi e minimi tabellari mensili lordi dal 1 aprile 2017 – Settore Calzature

  • 8° livello – 32,71 euro – 2.134,28 euro
  • 7° livello – 30,57 euro – 1.983,15 euro
  • 6° livello – 29,00 euro – 1.831,85 euro
  • 5° livello – 27,29 euro – 1.740,59 euro
  • 4° livello – 25,71 euro – 1.669,11 euro
  • 3° livello bis – 25,00 euro – 1.631,29 euro
  • 3° livello – 24,29 euro – 1.593,76 euro
  • 2° livello bis – 23,29 euro – 1.547,97 euro
  • 2° livello – 22,14 euro – 1.509,23 euro
  • 1° livello – 14,29 euro – 1.205,70 euro



Aumenti retributivi e minimi tabellari mensili lordi dal 1 aprile 2017 – Settore Pelli e cuoio

  • 6° livello – 32,37 euro – 2.025,66 euro
  • 5° livello – 30,06 euro – 1.835,43 euro
  • 4° livello bis – 27,75 euro – 1.716,08 euro
  • 4° livello – 25,87 euro – 1.669,36 euro
  • 3° livello – 25,00 euro – 1.602,46 euro
  • 2° livello – 23,12 euro – 1.518,16 euro
  • 1° livello – 14,45 euro – 1.205,83 euro



Aumenti retributivi e minimi tabellari mensili lordi dal 1 aprile 2017 – Settore Occhiali

  • 6° livello – 32,37 euro – 2.071,89 euro
  • 5° livello – 30,06 euro – 1.889,98 euro
  • 4° livello bis – 27,75 euro – 1.750,43 euro
  • 4° livello – 25,87 euro – 1.673,56 euro
  • 3° livello – 25,00 euro – 1.599,01 euro
  • 2° livello – 23,12 euro – 1.510,18 euro
  • 1° livello – 14,45 euro – 1.204,72 euro

Aumenti retributivi e minimi tabellari mensili lordi dal 1 aprile 2017 – Settore Giocattoli

  • 7° livello – 33,68 euro – 2.083,31 euro
  • 6° livello – 31,47 euro – 1.924,82 euro
  • 5° livello – 29,85 euro – 1.828,42 euro
  • 4° livello bis – 28,09 euro – 1.727,02 euro
  • 4° livello – 26,47 euro – 1.684,30 euro
  • 3° livello – 25,00 euro – 1.610,61 euro
  • 2° livello – 22,79 euro – 1.525,43 euro
  • 1° livello – 14,71 euro – 1.219,14 euro

Aumenti retributivi e minimi tabellari mensili lordi dal 1 aprile 2017 – Settore Penne, spazzole e pennelli

  • 8° livello – 33,68 euro – 2.083,31 euro
  • 7° livello – 31,47 euro – 1.906,82 euro
  • 6° livello – 29,85 euro – 1.810,73 euro
  • 5° livello – 28,09 euro – 1.720,94 euro
  • 4° livello – 26,47 euro – 1.666,16 euro
  • 3° livello – 25,00 euro – 1.586,69 euro
  • 2° livello – 22,79 euro – 1.499,87euro
  • 1° livello – 14,71 euro – 1.205,72 euro
[Aggiornamento del 02/05/2018] Dal 1 aprile 2018 è scattata la seconda tranche di aumenti per il CCNL.
Contratto PMI Uniontessile Confapi

Il 12 ottobre 2016 è stato firmato il rinnovo del Contratto PMI Uniontessile-Confapi per il quadriennio 2016-2019.

L’accordo è stato raggiunto a sei mesi dalla scadenza del precedente CCNL tra i sindacati Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil e l’associazione datoriale Uniontessile-Confapi.

Il nuovo contratto coinvolge oltre 90.000 lavoratori delle piccole e medie imprese del settore tessile, moda, abbigliamento, calzature, pelli e cuoio, penne, spazzole e pennilli, occhiali, giocattoli ed è valido dal 1 aprile 2016 al 31 marzo 2019.

Il rinnovo porta diverse novità nel comparto:

  • Aumento dei minimi retributivi lordi di 75 euro medi (per un III livello) divisi in tre tranche:
  • Aumento dell’elemento perequativo per le aziende senza contrattazione di secondo livello. L’importo passa da 220 a 240 euro l’anno
  • Il contributo al fondo di previdenza integrativa Fondapi aumenta del 0,10% per tutti i lavoratori dal 1 gennaio 2018
  • Entro il 2019 deve essere avviata l’attuazione del fondo sanitario integrativo Sanapi 

Scarica il testo del rinnovo 2016-2019 del Contratto PMI Uniontessile-Confapi.

Unionchimica Confapi

Dopo oltre sei mesi di attesa è stato siglato il rinnovo del CCNL Unionchimica Confapi per il triennio 2016-2018.

Il nuovo contratto che coinvolge oltre 55mila lavoratori della piccola e media industria dei settori chimica, concia, plastica e gomma, abrasivi, ceramica e vetro, è valido dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2018. La firma è avvenuta il 26 luglio tra Unionchimica Confapi e i sindacati Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil.

Tra le novità da segnalare:

  • Aumento retributivo medio che varia tra i 70 e gli 87 euro lordi, divisi in tre tranches:
    • 1 gennaio 2017
      • chimica e concia 34,80 euro (livello D)
      • plastica e gomma 30 euro (livello V)
      • ceramica, vetro e abrasivi 28 euro (livello D1)
    • 1 gennaio 2018
      • chimica e concia 34,80 euro (livello D)
      • plastica e gomma 30 euro (livello V)
      • ceramica, vetro e abrasivi 28 euro (livello D1)
    • 1 ottobre 2018
      • chimica e concia 17,40 euro (livello D)
      • plastica e gomma 15 euro (livello V)
      • ceramica, vetro e abrasivi 14 euro (livello D1)
  • Rivalutazione dell’elemento perequativo del 4% rispetto all’attuale importo
  • La percentuale dei lavoratori in somministrazione non può superare il 25% del totale dei contratti a tempo indeterminato
  • Aumento del contributo per la previdenza integrativa di:
    • 0,10% dal 1 gennaio 2017
    • 0,10% dal 1 gennaio 2018 (solo se il lavoratore contribuisce con pari aliquota)
  • Miglioramenti sul tema dei diritti e tutele individuali: trasformazione in part time in caso di grave malattia di un familiare, aumento di un giorno per il permesso di paternità, congedo per adozioni

Dal 1 giugno 2014 scatta la seconda tranche di aumenti retributivi per il rinnovo del CCNL Metalmeccanici Confapi PMI.

Gli aumenti contrattuali lordi per ogni livello sono:

  • 1° livello: 28,13 euro
  • 2° livello: 32,91 euro
  • 3° livello: 38,81 euro
  • 4° livello: 41,06 euro
  • 5° livello: 45,00 euro
  • 6° livello: 49,78 euro
  • 7° livello: 53,44 euro
  • 8° livello: 59,06 euro
  • 9° livello: 69,19 euro
I nuovi minimi tabellari da 1 giugno 2014 sono:
  • 1° livello: 1.276,56 euro
  • 2° livello: 1.407,71 euro
  • 3° livello: 1.559,30 euro
  • 4° livello: 1.626,25 euro
  • 5° livello: 1.740,89 euro
  • 6° livello: 1.864,81 euro
  • 7° livello: 2.000,60 euro
  • 8° livello: 2.174,54 euro
  • 9° livello: 2.414,34 euro

Il contratto CCNL metalmeccanici Confapi 2010-2013 ha portato una serie di aumenti nei minimi tabellari del lavoratori della Piccola e Media Industria.

Aumenti stipendi e minimi tabellari al 1 giugno 2010:

  • Categoria 1 – 1.158,10
  • Categoria 2 – 1.270,88
  • Categoria 3 – 1.399,75
  • Categoria 4 – 1.458,05
  • Categoria 5 – 1.557,56
  • Categoria 6 – 1.633,10
  • Categoria 7 – 1.784,83
  • Categoria 8 – 1.937,14
  • Categoria 9 – 2.093,43

Aumenti stipendi e minimi tabellari al 1 marzo 2011:

  • Categoria 1 – 1.183,10
  • Categoria 2 – 1.300,13
  • Categoria 3 – 1.434,25
  • Categoria 4 – 1.494,55
  • Categoria 5 – 1.597,56
  • Categoria 6 – 1.707,35
  • Categoria 7 – 1.832,33
  • Categoria 8 – 1.989,64
  • Categoria 9 – 2.199,52

Aumenti stipendi e minimi tabellari al 1 marzo 2012:

  • Categoria 1 – 1.209,35
  • Categoria 2 – 1.330,84
  • Categoria 3 – 1.470,48
  • Categoria 4 – 1.532,88
  • Categoria 5 – 1.639,56
  • Categoria 6 – 1.753,81
  • Categoria 7 – 1.882,21
  • Categoria 8 – 2.044,77
  • Categoria 9 – 2.264,10

Aumenti stipendi e minimi tabellari al 1 marzo 2013:

  • Categoria 1 – 1.216,22
  • Categoria 2 – 1.338,88
  • Categoria 3 – 1.479,97
  • Categoria 4 – 1.542,92
  • Categoria 5 – 1.650,56
  • Categoria 6 – 1.765,98
  • Categoria 7 – 1.895,27
  • Categoria 8 – 2.059,21
  • Categoria 9 – 2.281,01

Leggi anche il contratto metalmeccanici e il contratto metalmeccanici artigiani.

[Aggiornamento del 06/07/2017] E’ stato rinnovato il CCNL Unionmeccanica Confapi per gli anni 2017-2020.

Il rinnovo del Contratto Confapi Metalmeccanici PMI (Piccola e Media Industria) 2010-2013 introduce importanti novità per quanto riguarda gli aumenti del CCNL Confapi, l’una tantum e l’elemento perequativo.

Nel CCNL Confapi i minimi tabellari subiscono un incremento distribuito tra il 2010 e il 2013. Le quote degli incrementi vanno da 76 euro a 187 euro.

Ai lavoratori con contratto metalmeccanici Confapi sarà data anche l’una tantum per coprire il periodo di mancato rinnovo. Le tranche sono due, a giugno e settembre 2010.

  • Categoria 1 – 36,25+36,25 euro
  • Categoria 2 – 42,42+42,42 euro
  • Categoria 3 – 50,03+50,03 euro
  • Categoria 4 – 52,93+52,93 euro
  • Categoria 5 – 58+58 euro
  • Categoria 6 – 64,16+64,16 euro
  • Categoria 7 – 68,88+68,88 euro
  • Categoria 8 – 76,13+76,13 euro
  • Categoria 9 – 89,18+89,18 euro

Per quanto riguarda l’elemento perequativo, sarà aumentato di 195 euro da 1 gennaio 2011 (quota annuale di 455 euro – 260 euro nel 2010).

Scarica la tua copia del CCNL Contratto Confapi Metalmeccanici PMI

Leggi anche il:

[Aggiornamento del 06/07/2017] E’ stato rinnovato il CCNL Unionmeccanica Confapi per gli anni 2017-2020.