Contratto Lavoro

La lettera di assunzione per colf e badanti, nell’ambito del contratto lavoro domestico deve verificare attentamente la presenza dei seguenti dati (leggi le novità per l’assunzione di colf e badanti dal 1 aprile 2011):

  • data dell’inizio del rapporto di lavoro per i contratti a tempo indeterminato; per i contratti di lavoro a tempo determinato va sempre indicata la data di inizio e di fine del rapporto di lavoro. Il termine del contratto a tempo determinato può essere, con il consenso del lavoratore, prorogato solo quando la durata iniziale del contratto è inferiore a tre anni. In questi casi la proroga è ammessa una sola volta e a condizione che sia richiesta da ragioni oggettive e si riferisca alla stessa attività lavorativa per la quale il contratto è stato stipulato a tempo determinato; la durata complessiva del rapporto a termine non potrà essere comunque superiore, compresa la eventuale proroga, ai tre anni
  • livello di appartenenza, nonché, per i collaboratori familiari con meno di 12 mesi di esperienza professionale, non addetti all’assistenza di persone, l’anzianità di servizio nel livello A o, se maturata prima del 1 marzo 2007, nella ex terza categoria
  • durata del periodo di prova
  • nel contratto di lavoro a tempo determinato va sempre indicato il motivo del ricorso all’assunzione che può essere: di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo
  • la residenza del lavoratore, nonché l’eventuale diverso domicilio, valido agli effetti del rapporto di lavoro; per i rapporti di convivenza, il lavoratore dovrà indicare l’eventuale proprio domicilio diverso da quello della convivenza, a valere in caso di sua assenza da quest’ultimo, ovvero validare a tutti gli effetti lo stesso indirizzo della convivenza, anche in caso di sua assenza purché in costanza di rapporto di lavoro
  • durata dell’orario di lavoro e sua distribuzione
  • eventuale tenuta di lavoro, che dovrà essere fornita dal datore di lavoro
  • collocazione della mezza giornata di riposo settimanale in aggiunta alla domenica, ovvero ad altra giornata nel caso di cui all’art. 14 ultimo comma
  • retribuzione pattuita
  • luogo di lavoro nonché la previsione di eventuali trasferte
  • periodo concordato di godimento delle ferie annuali
  • indicazione dell’adeguato spazio dove il lavoratore abbia diritto di riporre e custodire i propri effetti personali
  • applicazione di tutti gli altri istituti previsti dal presente contratto

La lettera di assunzione composta da tutti gli elementi sopra elencati deve essere firmata dal lavoratore e dal datore di lavoro e successivamente scambiata tra le parti.

Per colf e badanti sono usciti i contributi e i minimi retributivi del 2010, legati anche al Contratto di Lavoro Domestico.

Il pagamento dei contributi per il primo trimestre 2010 è il 10 aprile e le quote possono essere lette nell’articolo sui lavoratori domestici.

Per quanto riguarda invece ai nuovi minimi retributivi, sono cambiati per adattarsi alla variazione del costo della vita. Per le colf e badanti conviventi, variano da 572 a 1093 euro. Per i non conviventi si calcolano su base oraria: da 4 a 7 euro in base al livello.

Qui potete trovare la nuova tabella dei minimi retributivi del 2010 per il lavoro domestico.

Per chi volesse invece denunciare un lavoratore domestico, colf o badante, vi rimandiamo al modulo online per il lavoro domestico.

[Aggiornamento del 08/02/2018] Sono stati pubblicati i contributi dal 1 gennaio 2018.


[Aggiornamento del 22/01/2018] Sono stati pubblicati i nuovi minimi retributivi per il 2018.


[Aggiornamento del 02/02/2017] Sono stati pubblicati gli importi dei contributi Inps 2017.

[Aggiornamento del 26/01/2017] Sono stati pubblicati i minimi retributivi 2017.

Il Contratto di Lavoro Domestico, relativo ai lavoratori domestici, compresi colf e badanti, è aggiornato al 2010 e scade nel febbraio 2011.

Scarica il Contratto di Lavoro Domestico

Novità! Leggi il rinnovo 2013 del CCNL Colf e Badanti.

Segui anche gli aggiornamenti sugli importi dei contributi 2018 dei lavoratori domestici, sui minimi retributivi del 2018, le novità per la denuncia on line di colf e badanti e sui nuovi minimi retributivi, gli orari di lavoro e la lettera di assunzione

Leggi anche tutte le novità dei servizi online Inps, che comprendono anche il lavoro domestico.