Contratto Lavoro

Aumenti poste italiane

Dal 1 ottobre 2018 scatta la seconda tranche di aumenti previsti dal rinnovo 2016-2019 del CCNL Poste Italiane.

I nuovi minimi tabellari sono validi per tutti i livelli professionali.

Aumenti retributivi mensili lordi dal 1 ottobre 2018

  • Livello A
    • A1: 55,03 euro
    • A2: 49,96 euro
  • Livello B: 44,14 euro
  • Livello C: 41,50 euro
  • Livello D: 40,07 euro
  • Livello E: 36,74 euro
  • Livello F: 33,88 euro

Minimi tabellari annuali lordi dal 1 ottobre 2018

  • Livello A
    • A1: 1.795,45 euro (par.min + contingenza 162,42 euro)
    • A2: 1.587,43 euro (par.min + contingenza 147,46 euro)
  • Livello B: 1.353,01 euro (par.min + contingenza 130,29 euro)
  • Livello C: 1.240,56 euro (par.min + contingenza 122,49 euro)
  • Livello D: 1.179,88 euro (par.min + contingenza 118,28 euro)
  • Livello E: 1.037,97 euro (par.min + contingenza 108,43 euro)
  • Livello F: 924,25 euro (par.min + contingenza 100,00 euro)
Aumenti CCNL Poste Italiane

Dal 1 febbraio 2018 scatta la prima tranche di aumenti previsti dal rinnovo 2016-2019 del CCNL delle Poste Italiane.

I nuovi minimi tabellari sono validi per tutti i livelli professionali.

Aumenti retributivi mensili lordi dal 1 febbraio 2018

  • Livello A
    • A1: 53,04 euro
    • A2: 48,15 euro
  • Livello B: 42,55 euro
  • Livello C: 40,00 euro
  • Livello D: 38,63 euro
  • Livello E: 35,41 euro
  • Livello F: 32,66 euro

Minimi tabellari annuali lordi dal 1 febbraio 2018
  • Livello A
    • A1: 1.740,42 euro (par.min + contingenza 162,42 euro)
    • A2: 1.537,47 euro (par.min + contingenza 147,46 euro)
  • Livello B: 1.308,87 euro (par.min + contingenza 130,29 euro)
  • Livello C: 1.199,06 euro (par.min + contingenza 122,49 euro)
  • Livello D: 1.139,81 euro (par.min + contingenza 118,28 euro)
  • Livello E: 1.001,23 euro (par.min + contingenza 108,43 euro)
  • Livello F: 890,37 euro (par.min + contingenza 100,00 euro)
[Aggiornamento del 04/10/2018] Sono stati pubblicati i nuovi minimi a partire dal 1 ottobre 2018.
CCNL Poste Italiane

Il 30 novembre 2017 è stato rinnovato il Contratto delle Poste Italiane S.p.A. per il triennio 2016-2018 per tutte le società del Gruppo.

Il contratto è stato siglato dai SLC‐Cgil, SLP‐Cisl, UIL‐Poste, FAILP‐Cisal, CONFSAL‐Comunicazioni e UGL‐Comunicazioni e dai rappresentati del Gruppo e coinvolge gli oltre 140mila dipendenti postali.

Approfondiamo le novità più rilevanti:

  • Aumento retributivo di 81,50 euro lordi (per un livello C) divisa un due tranche
  • Una tantum: viene erogata con le competenze di gennaio 2018 un’importo una tantum di importo variabile in base ai livelli
    • A1 produzione – 1.325,97 euro
    • A1 staff – 1.325,97 euro
    • A2 produzione – 1.203,82 euro
    • A2 staff -1.203,82 euro
    • B – 1.063,70 euro
    • C – 1.000,00 euro
    • D – 965,63 euro
    • E – 885,24 euro
    • F – 816,39 euro
  • Elementi economici aggiuntivi: sono previste altre quote di incremento economico
    • 12,50 euro mensili al Fondo Sanitario Integrativo
    • 8,00 euro  rivalutazione della quota aziendale di Fondoposte (+0,4%, si passerà dall’attuale percentuale dell’1,9% alla futura del 2,3%)
    • 1 euro : art 23 part-time – clausola elastica – rivalutazione dal 10 al 15% per il lavoro
    • supplementare
  • Assistenza sanitaria integrativa: dal 1 gennaio 2018 i dipendenti a tempo indeterminato possono aderire al Fondo Poste Vita (quota a carico dell’azienda indicata sopra)
  • Previdenza integrativa: da dicembre 2018 la contribuzione a carico dell’azienda a Fondoposte è incrementato dall’1,9% al 2,3%