Contratto Lavoro

In molti ci avete scritto chiedendo chiarimenti sui contributi non versati all’Inps. Cosa fare? Come comportarsi? Soprattutto come fare la segnalazione e far valere i propri diritti?

Ritrovarsi con i contributi non versati non è una bella situazione, soprattutto per chi ha lavorato degli anni e si ritrova nell’estratto contributivo Inps solo una parte dei contributi maturati. Sul blog potete leggere la procedura per controllare la vostra situazione contributiva per lavoro dipendente e gestione separata.

La cosa più semplice da fare è la segnalazione online dei contributi non versati:

  1. Accedete con PIN e Codice Fiscale ai servizi online Inps dopo aver cliccato su “Servizi per il cittadino”
  2. Cliccate sul “Fascicolo Previdenziale del Cittadino”
  3. Sul menu a sinistra cliccate poi su “Posizione assicurativa” e subito dopo su “Segnalazioni contributive”
  4. A questo punto potete effettuare una segnalazione (“Gestione”) o controllare gli “Esiti” di quelle già effettuate
  5. Nella parte dedicata alla “Gestione” dovete scegliere il tipo di contributi mancanti (es. lavoro dipendente o gestione separata) e inserire poi i periodi che non risultano. Vi consigliamo di inserire nel campo “matricola” la posizione Inps della vostra azienda che è riportata sulla busta paga del mese di cui non risultano i contributi. 

Un altro modo per segnalare all’Inps la mancanza di contributi è tramite il numero verde (803.164). Qui gli operatori potranno fare al vostro posto la procedura e inviarvi anche a casa una copia delle segnalazioni che comunque è possibile salvare anche con la procedura online.

Un consiglio! In entrambe i casi dovete avere sottomano i contratti di lavoro, le buste paga e i CUD dei periodi di lavoro “incriminato”.

L’Inps ha comunicato i nuovi importi dei contributi 2011 di colf, badanti e per il lavoro domestico. Dal 1 gennaio l’aliquota contributiva è aumentata dello 0,22%.

Novità! Leggi i contributi Inps 2018 per colf, badanti e lavoratori domestici.

Per tutti i lavoratori che hanno il contratto colf e badanti o per il contratto lavoratori domestici, gli importi dei contributi Inps dal 1 gennaio al 31 dicembre 2011 si possono trovare sotto. Da non dimenticare le informazioni su come pagare i contributi e le novità dell’estratto contributivo.

Lavoratori domestici con orario fino a 24 ore settimanali

  • per retribuzioni orarie fino a 7,34 €: 1,36 € (1,37 € senza quota CAUF) – di cui 0,33 € a carico del lavoratore
  • per retribuzioni orarie oltre 7,34 € e fino a 8,95 €: 1,54 € (1,55 € senza quota CAUF) – di cui 0,37 € a carico del lavoratore
  • per retribuzioni orarie oltre 8,95 €: 1,88 € (1,89 € senza quota CAUF) – di cui 0,45 € a carico del lavoratore

Lavoratori domestici con orario superiore a 24 ore settimanali

  • 0,99 € (1,00 € senza quota CAUF) – di cui 0,24 € a carico del lavoratore

Leggi tutte le informazioni sulla retribuzione di colf e badanti, sui livelli di colf e badanti, sul preavviso dimissioni di colf e badanti e le novità per l’assunzione di colf e badanti (dal 1 aprile 2011) e su come segnalare i contributi non versati all’Inps.

[Aggiornamento del 22/01/2018] Sono stati pubblicati i nuovi minimi retributivi per il 2018.


[Aggiornamento del 26/01/2017] Sono stati pubblicati i minimi retributivi 2017.