Contratto Lavoro

Infortunio sul lavoro Inail

Le semplificazioni arrivano anche all’Inail che modifica la procedura per denunciare l’infortunio sul lavoro o la malattia professionale. Dal 22 marzo 2016 l’obbligo di invio telematico del certificato medico non spetta più al datore di lavoro ma al medico o alla struttura sanitaria che per prima presta l’assistenza.

Cosa cambia per il lavoratore? Come in passato deve dare immediato avviso in caso si sia infortunato o entro 15 giorni in caso di malattia professionale. In entrambi i casi è obbligatorio comunicare al datore di lavoro il numero identificativo del certificato medico, la data di rilascio e i giorni di prognosi.

Come in passato, nel caso di assenza per infermità, il lavoratore deve rispettare le regole e gli orari della visita fiscale.

Cosa cambia per il datore di lavoro? La denuncia dovrà continuare ad essere fatta online sul sito dell’Inail, entro due giorni in caso di infortunio o entro cinque giorni in caso di malattia professionale. Durante la procedura viene richiesto al datore di lavoro di indicare i riferimenti del certificato medico emesso che è possibile recuperare tramite il codice fiscale del dipendente.

In attesa che questa procedura online sia finalizzata, sono stati messi a disposizione due nuovi moduli (Mod. 4bis R.A. – Mod. 101 R.A.) che si trovano sul sito dell’Inail.

Un’ultima semplificazione contenuta nel Dlgs n.251/2015 in merito agli infortuni sul lavoro è che non è più a carico del datore di lavoro segnalare gli infortuni mortali o con prognosi a trenta giorni alla pubblica sicurezza, questo deve essere fatto dall’Inail.

C’è una novità per la denuncia on line di colf e badanti e più in generale per il lavoro domestico. A partire da fine agosto 2010 è on line la nuova versione per la comunicazione obbligatoria per l’attivazione di un rapporto di lavoro domestico.

Questa nuova versione del modulo di denuncia on line di colf e badanti porta numerose novità. La prima tra tutte il rilascio della PEC (Posta Elettronica Certificata). Con questo indirizzo di posta elettronica il datore di lavoro potrà comunicare direttamente con l’Inps per quanto riguarda tutte le questioni relative al lavoro domestico, senza fare lunghe file agli sportelli. Leggi anche tutte le informazioni sull’Inps e le novità per l’assunzione di colf e badanti (dal 1 aprile 2011).

In più, altra novità di questo modulo di denuncia on line, c’è la possibilità da parte di colf e badanti di una compilazione guidata dei campi relativi al permesso di soggiorno.

Il sito per la denuncia on line di colf e badanti è raggiungibile da questo link.