Contratto Lavoro

Cassa integrazione e Naspi - importi
Naspi e Dis-coll

 

Con la Manovra 2022 gli ammortizzatori sociali legati alla disoccupazione estendono il loro raggio di azione sia per i lavoratori dipendenti che per i collaboratori.

Naspi e Dis-coll infatti dal 1 gennaio 2022 cambiano sostanzialmente su:

  • requisiti
  • durata
  • destinatari
  • importo

Vediamo più nel dettaglio, partiamo dai requisiti. Dal prossimo anno non valgono più le 30 giornate lavorative nei 12 mesi precedenti l’inizio dello stato di disoccupazione. Per avere diritto alla Naspi bastano le 13 settimane minime lavorate nei quattro anni precedenti alla perdita del lavoro

Per quanto riguarda la durata, la Dis-coll, cioè la disoccupazione per co.co.co, dottorandi e ricercatori, viene estesa ai mesi di contribuzione accreditata dal 1 gennaio dell’anno precedente quello di cessazione del rapporto di lavoro, fino ad un massimo di 12 mesi. Precedentemente erano la metà dei mesi accreditati fino ad un massimo di 6.

Dal 2022 la Naspi viene estesa agli operai agricoli a tempo indeterminato delle cooperative agricole e consorzi (Oti). Importante notare quindi che questa categoria di operai agricoli esce dalla tutela della disoccupazione agricola.

Infine l’importo che cambia per Naspi e Dis-coll. Per chi entrerà in disoccupazione dal 1 gennaio 2022 la riduzione di tre punti percentuali per ogni mese si applica solo a partire dal sesto mese mentre precedentemente era dal quarto.

La disoccupazione agricola con requisiti ridotti si differenzia da quella ordinaria per i suoi requisiti.

L’ordinaria infatti spetta ai lavoratori agricoli con almeno 102 contributi giornalieri. Per la disoccupazione agricola con requisiti ridotti servono invece:

  • almeno 78 giorni di lavoro (compresa malattia o maternità)
  • la cessazione del rapporto da socio di cooperativa agricola

Nella disoccupazione agricola 2012, la domanda deve essere presentata entro il 31 marzo 2011.

L’indennità che spetta in caso di requisiti ridotti è pari al numero di giornate lavorate, nella misura del 30%.

Leggi anche i requisiti della disoccupazione ordinaria, la disoccupazione con i requisiti ridotti, la domanda 2012 e le novità della disoccupazione 2012.

La disoccupazione agricola è cambiata nell’ultimo anno, con un incremento nel 2011 di circa 5 euro sulla retribuzione minima.

La novità per chi vuole presentare la domanda di disoccupazione agricola 2012 (entro il 31 marzo) è che da quest’anno questo tipo di indennità è stata equiparata a quella dei lavoratori dipendenti.

In questo modo il minimo di retribuzione applicato all’indennità di disoccupazione agricola è di 42,14 euro (non più di 37, 49 euro).

Non cambiano invece i requisiti: sempre 102 contributi giornalieri per l’ordinaria, diversi invece i requisiti per la disoccupazione agricola con requisiti ridotti.

E’ bene ricordare che sull’indennità viene effettuata una trattenuta del 9% a titolo di contributo di solidarietà per un massimo di 150 giorni indennizzati.

Novità! Dal 1 gennaio 2013 arriva l’indennità di disoccupazione ASpI. Sul blog trovate tutti i dettagli su requisiti, importo e durata.

La disoccupazione agricola spetta ai lavoratori che prestano la propria attività nell’agricoltura.

I requisiti per avere la disoccupazione agricola sono:

  • essere iscritti negli elenchi dei nominativi agricoli
  • almeno due anni di anzianità assicurativa contro la disoccupazione
  • almeno 102 contributi giornalieri nel biennio (anno in cui si chiede la disoccupazione e l’anno precedente)
Novità! Dal 1 gennaio 2013 arriva l’indennità di disoccupazione ASpI che andrà a sostituire la disoccupazione agricola. Sul blog trovate tutti i dettagli su requisiti, importo e durata.

Da segnalare che i requisiti riportati sopra sono per la disoccupazione agricola ordinaria. Diversi invece i requisiti per la disoccupazione agricola con requisiti ridotti.

L’indennità che viene versata è uguale al numero di giornate lavorate (per una massimo di 365 giorni). La quota è del 40% dello stipendio percepito nel periodo per il quale si richiede la disoccupazione agricola. Da questo importo poi deve essere detratto il 9% (per massimo 150 giorni). Il calcolo dell’indennità, come appena riportato, è valido sia per l’ordinaria che per quella con requisiti ridotti.

Per informazioni leggi il contratto dell’agricoltura e il rinnovo 2014-2017 del Contratto degli Operai Agricoli e Florovivaisti.

 

[Aggiornamento del 17/11/2021] Dal 1 gennaio 2022 cambiano i requisiti e gli importi della Naspi, Dis-coll e disoccupazione agricola.

Nel 2012 la domanda di disoccupazione agricola deve essere presentata entro il 31 marzo, come per la disoccupazione con i requisiti ridotti, per ottenere l’indennità e l’assegno per il nucleo familiare.

I moduli per la disoccupazione agricola e l’assegno familiare possono essere scaricati dal sito dell’Inps. La procedura, cliccando sul link, è di salvare il file Pdf e aprirlo con Adobe Reader.

Da non dimenticare poi le novità per la disoccupazione agricola 2012, che vede aumentata l’indennità minima di circa 5 euro al giorno.

Novità! Dal 1 maggio 2015 arriva la NASpI. Sul blog trovate tutti i dettagli su requisiti, importo e durata.