Contratto Lavoro

Il decreto Milleproroghe (legge n. 11/2015) ha modificato le aliquote della Gestione separata Inps per il 2015 che già erano state pubblicate sul blog.

Questo cambiamento è senz’altro favorevole ai liberi professionisti titolari di partita IVA che si vedono abbassare del 3% l’aliquota a loro carico rispetto a quanto precedentemente comunicato. Riassumiamo:

Liberi professionisti

  • 27,72% (27,00 aliquota Ivs più 0,72 di aliquota aggiuntiva) per tutti i soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie
  • 23,50% per i soggetti titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria, con un incremento del 1,50% rispetto all’anno scorso
Per quanto riguarda invece i collaboratori a progetto, le percentuali della Gestione separata per il 2015 restano invariate rispetto a quelle pubblicate in precedenza.
Il decreto Milleproroghe prevede per i successivi anni un incremento graduale per i lavoratori autonomi:
  • per il 2016 l’aliquota è del 28%
  • per il 2017 l’aliquota è del 29%
Resta invece invariato il minimale di reddito (15.548,00 euro) a cui si applicano le aliquote in vigore per il 2015 per calcolare il contributo minimo annuo:
  • 3.653,78 euro per le aliquote al 23,50%
  • 4.309,91 euro (con Ivs 4.197,96) per le le aliquote al 27,72%
  • 4.776,91 euro (con Ivs 4.664,40) per le le aliquote al 30,72%
[Aggiornamento del 12/02/2018] Sul blog sono state pubblicate le aliquote 2018 della Gestione separata.


[Aggiornamento del 06/02/2017] Sono state pubblicate le aliquote 2017.


[Aggiornamento del 19/01/2017] E’ stato pubblicato l’importo della pensione minima 2017.


[Aggiornamento del 18/01/2016] E’ stato pubblicato l’importo della pensione minima 2016.

[Aggiornamento del 08/02/2016] Sono state pubblicate le nuove aliquote 2016.

L’Inps ha aggiornato per il 2015 le aliquote contributive per gli iscritti alla Gestione Separata che quest’anno sono cresciute dopo diversi anni in cui erano rimaste stabili.

Liberi professionisti

  • 30,72% (30,00 aliquota Ivs più 0,72 di aliquota aggiuntiva) per tutti i soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie
  • 23,50% per i soggetti titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria, con un incremento del 1,50% rispetto all’anno scorso
Collaboratori a progetto
  • 30,00% (30,00 aliquota Ivs più 0,72 di aliquota aggiuntiva) per tutti i soggetti non assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie
  • 23,50% per i soggetti titolari di pensione o provvisti di altra tutela pensionistica obbligatoria
La ripartizione dell’onere contributivo è sempre fissata in 2/3 a carico del committente e 1/3 a carico del collaboratore. I contributi devono essere versati entro il 16 del mese successivo a quello del pagamento del compenso attraverso il modello F24 telematico (per chi ha partita IVA).
Per il 2015 il massimale di reddito è fissato in 100.324,00 euro e il minimale di reddito è pari a 15.548,00 euro.
Come per gli anni precedenti ricordiamo che i compensi corrisposti ai collaboratori entro il 12 gennaio 2015 e riferiti a prestazioni effettuate nel 2014 sono da calcolare con i contributi in vigore nello scorso anno.
Sul blog si trovano anche le informazioni per l’iscrizione online alla Gestione separata e su malattia e maternità.

[Aggiornamento del 12/02/2018] Sul blog sono state pubblicate le aliquote 2018 della Gestione separata.


[Aggiornamento del 06/02/2017] Sono state pubblicate le aliquote 2017.


[Aggiornamento del 12/03/2015] Il decreto Milleproroghe ha modificato le aliquote 2015 per i liberi professionisti che calano del 3%.

[Aggiornamento del 08/02/2016] Sono state pubblicate le nuove aliquote 2016.