Contratto Lavoro

Se volete assumere una colf o una badante, è necessaria una comunicazione che denunci il rapporto di lavoro domestico. Si può fare tutto in modo semplice e veloce con un modulo online compilabile.

Il modulo di Denuncia di Rapporto di Lavoro Domestico si chiama COLDASS e deve essere compilato nel sito INPS, all’indirizzo del Modulo di Lavoro Domestico (scopri la denuncia on line di colf e badanti e le novità per l’assunzione di colf e badanti dal 1 aprile 2011).

Se invece volete presentare il modulo presso gli uffici INPS, allora non vi rimane altro modo che andare a ritirare una copia del modello COLDASS presso uno degli sportelli INPS . Potete scoprire qual’è il più vicino a casa vostra inserendo il vostro Cap in questa pagina.

Scopri i contributi dei lavoratori domestici per il 2015, come regolarizzare una colf o badante, i nuovi importi dei minimi retributivi 2014 e la busta paga con la retribuzione.

[Aggiornamento del 26/01/2017] Sono stati pubblicati i minimi retributivi 2017.

Il Contratto di Lavoro Domestico, relativo ai lavoratori domestici, compresi colf e badanti, è aggiornato al 2010 e scade nel febbraio 2011.

Scarica il Contratto di Lavoro Domestico

Novità! Leggi il rinnovo 2013 del CCNL Colf e Badanti.

Segui anche gli aggiornamenti sugli importi dei contributi 2018 dei lavoratori domestici, sui minimi retributivi del 2018, le novità per la denuncia on line di colf e badanti e sui nuovi minimi retributivi, gli orari di lavoro e la lettera di assunzione

Leggi anche tutte le novità dei servizi online Inps, che comprendono anche il lavoro domestico.

Per colf e badanti, dal 1 gennaio 2010, sono stati pubblicati i nuovi importi dei contributi.

Facendo seguito al contratto di Lavoro Domestico del 2010, e al contratto di Colf e Badanti, gli importi dei contributi si possono trovare sotto.

Intanto ricordiamo che la scadenza del pagamento dei contributi per il primo trimestre 2010, è il 10 aprile 2010.

Per chi volesse invece denunciare un lavoratore domestico, colf o badante, vi rimandiamo al modulo online per il lavoro domestico.

Lavoratori domestici fino a 24 ore settimanali:

  • per retribuzioni orarie fino a 7,22 €: 1,34 € (di cui 0,32 € a carico del lavoratore)
  • per retribuzioni orarie oltre 7,22 € e fino a 8,81 €: 1,51 € (0,36 € a carico del lavoratore)
  • per retribuzioni orarie oltre 8,81 €: 1,85 € (0,44 € a carico del lavoratore)

Lavoratori domestici oltre 25 ore settimanali:

  • 0,98 € (di cui 0,23 € a carico del lavoratore)

Nel caso il lavoratori domestico è coniuge del datore di lavoro oppure è parente o affine entro il terzo grado, allora dovrà pagare i seguiti contributi:

  • per retribuzioni orarie fino a 7,22 €: 1,34 € (di cui 0,32 € a carico del lavoratore)
  • per retribuzioni orarie oltre 7,22 € e fino a 8,81 €: 1,51 € (0,36 € a carico del lavoratore)
  • per retribuzioni orarie oltre 8,81 €: 1,84 € (0,44 € a carico del lavoratore)

In caso si lavori almeno 25 ore settimanali, l’importo orario del contributo dovuto è di 0,97 €.

Se siete interessati, leggete l’approfondimento sulla busta paga di colf e badanti.

[Aggiornamento del 02/02/2017] Sono stati pubblicati gli importi dei contributi Inps 2017.